Qual è la differenza tra un motore sincrono e uno asincrono?

Prima di capire qual è la differenza tra di loro, devi capire cos'è un motore elettrico? Un motore elettrico è una macchina elettrica azionata da energia elettrica e serve da guida per altri meccanismi.

Spiegazione del principio di funzionamento del motore sincrono per "manichini"

Fin dall'infanzia, ricordiamo che due magneti, se avvicinati gli uni agli altri, in un caso attraggono, e nell'altro si respingono. Ciò accade, a seconda di quali lati dei magneti li colleghiamo, i poli opposti si attraggono e i poli simili si respingono a vicenda. Questi sono magneti permanenti il ​​cui campo magnetico è costantemente presente. Ci sono anche magneti variabili.

Nel manuale scolastico di fisica c'è un disegno, che mostra un elettromagnete a forma di ferro di cavallo e un telaio con semianelli alle estremità, che si trova tra i suoi poli.

Quando il telaio si trova in una posizione orizzontale nello spazio tra i poli dei magneti, a causa del fatto che il magnete attrae i poli opposti e si spinge come quelli, una corrente dello stesso segno viene applicata al telaio. Un campo elettromagnetico appare attorno al fotogramma (ecco un esempio di un magnete variabile!), I poli dei magneti attirano il fotogramma e si trasforma in una posizione verticale. Quando viene raggiunta la verticale, al telaio viene applicata una corrente del segno opposto, il campo elettromagnetico del fotogramma cambia polarità ei poli del magnete permanente iniziano a respingere il fotogramma, ruotandolo in una posizione orizzontale, dopodiché il ciclo di rotazione si ripete.

Questo è il principio di funzionamento del motore elettrico. Inoltre, un primitivo motore sincrono!

Quindi, il motore sincrono primitivo funziona quando la corrente viene applicata al fotogramma. In questo motore elettrico sincrono, il ruolo del telaio viene eseguito da un rotore con bobine di fili, detti avvolgimenti, a cui viene fornita corrente (servono come sorgenti del campo elettromagnetico). E il ruolo di un magnete a ferro di cavallo viene eseguito da uno statore, costituito da una serie di magneti permanenti, o anche da bobine di fili (avvolgimenti), che, quando energizzati, sono anche fonti di un campo elettromagnetico.

Il rotore di un motore sincrono ruoterà con la stessa frequenza della corrente applicata ai terminali di avvolgimento, vale a dire sincrono. Da qui il nome di questo motore elettrico.

Spiegazione del principio di funzionamento di un motore elettrico asincrono per manichini

Ricordiamo la descrizione della figura nell'esempio precedente. Lo stesso fotogramma, situato tra i poli del magnete a ferro di cavallo, solo le sue estremità non hanno semianelli, sono interconnessi.

Ora iniziamo a ruotare attorno al telaio un magnete a ferro di cavallo. Ruota lentamente e osserva il comportamento del telaio. Fino a qualche tempo, la cornice rimane ferma, e quindi, quando il magnete viene ruotato di un certo angolo, il telaio inizia a ruotare dopo il magnete. La rotazione del telaio è ritardata rispetto alla velocità di rotazione del magnete, vale a dire non ruota in modo sincrono con esso - in modo asincrono. Quindi si scopre che questo è un motore asincrono primitivo.

In effetti, il ruolo dei magneti in un vero motore asincrono sono gli avvolgimenti situati negli slot dello statore, a cui viene fornita corrente. E il ruolo del telaio viene eseguito dal rotore, nelle scanalature di cui sono inserite le piastre metalliche, collegate tra loro in breve. Pertanto, tale rotore è chiamato in cortocircuito.

Qual è la differenza tra i motori elettrici sincroni e asincroni?

Se due moderni motori elettrici dello stesso tipo e dell'altro tipo sono messi uno di fianco all'altro, è difficile distinguerli per mezzo di segni esterni anche da uno specialista.

Essenzialmente, la loro principale differenza è discussa negli esempi dei principi di funzionamento di questi motori elettrici. Differiscono nel design del rotore . Il rotore di un motore sincrono è costituito da avvolgimenti e il rotore asincrono è un insieme di piastre.

Gli statori dell'uno e dell'altro motore elettrico sono quasi indistinguibili e rappresentano un insieme di avvolgimenti, tuttavia lo statore di un motore elettrico sincrono può essere assemblato da magneti permanenti.

La velocità del motore sincrono corrisponde alla frequenza della corrente fornita ad esso, e la velocità di quella asincrona è leggermente indietro rispetto alla frequenza corrente.

Differiscono nelle aree di applicazione . Ad esempio, i motori elettrici sincroni sono installati per azionare apparecchiature che funzionano a una velocità di rotazione costante (pompe, compressori, ecc.) Senza diminuirlo con un carico crescente. Ma i motori elettrici asincroni riducono la velocità con l'aumentare del carico.

I motori elettrici sincroni sono strutturalmente più complessi e, quindi, più costosi rispetto ai motori elettrici asincroni.

Raccomandato

Esoral e Miramistin: qual è la differenza e ciò che è meglio
2019
Qual è la differenza tra abituato a e sarebbe?
2019
Cosa è meglio comprare una nuova Lada o un'auto usata?
2019