Qual è la differenza tra teocentrismo e deismo?

Durante l'intero sviluppo storico, il mondo è stato ripetutamente riempito di guerre e conflitti religiosi. La religione divenne il legame che collegava o, al contrario, separava le società umane. I pagani combatterono con i credenti, le crociate causarono la morte di milioni di persone, ecc. Per comprendere le trasformazioni delle visioni religiose nel tempo e il modo in cui hanno influenzato e influenzato la struttura sociale, è necessario fare riferimento alla storia delle varie visioni del mondo religioso che definiscono le basi della vita umana. Successivamente verranno considerate le caratteristiche generali e distintive del deismo e del teocentrismo.

Il teocentrismo come concetto filosofico

Il concetto di teocentrismo ebbe origine in Europa durante il Medioevo ed era caratteristico delle culture monoteiste. La precedente visione del mondo era pagana .

Questo concetto è caratterizzato dalla comprensione e dalla percezione di Dio e di tutto il divino come uno e l'assoluto più alto. Dio è il fondamento del mondo, il suo creatore. Il significato dell'esistenza umana si trova nell'essenza divina. Qualsiasi bene, ogni vita è generata solo da loro. Per questa ragione, la filosofia del teocentrismo ha un altro nome: God-Centrism.

Le seguenti caratteristiche di questa visione del mondo si distinguono:

  • L'unica fonte di tutto è Dio.
  • Sono impegnati nel significato e nello scopo dell'esistente.
  • L'uomo è stato creato a somiglianza divina.
  • Tutte le attività dovrebbero essere finalizzate all'autoconoscenza e alla conoscenza di Dio.

Si crede che Dio si apra costantemente all'uomo, sia a sua disposizione, mantenga un dialogo con lui. Comprendere e interpretare un oggetto significa rivelare la sua connessione con il divino. Allo stesso tempo, Dio stesso è sempre in uno spazio misterioso a cui l'uomo per tutta la vita dovrebbe sforzarsi di avvicinarsi.

Ma nel corso del tempo, la società comincia ad allontanarsi dalla percezione di questo concetto come fondamentale, spostandosi gradualmente alla negazione di Dio come centro dell'universo (ateismo). Il valore del teocentrismo oggi sta nel fatto che è alla base di tutte le religioni monoteiste.

Deismo come direzione filosofica

Per la prima volta questo concetto fu formulato nel 1593 da Jean Bodin, e già nei secoli XVII-XVIII divenne una delle aree più significative in Europa. Quando iniziò la rivoluzione industriale europea, in molti paesi iniziarono ad aprire numerose imprese, sviluppate varie scienze, tra cui fisica, che ha permesso di fare sempre più scoperte, ma non su base religiosa. Pertanto, è emersa la necessità nella società di creare un insegnamento nuovo e rinnovato che soddisfi tutte le domande umane con le sue risposte convincenti. Il Deismo è diviso in diversi flussi. Alcuni studiosi confrontano, e talvolta addirittura uniscono, i concetti di deismo e ateismo.

Segni caratteristici del deismo:

  • Il desiderio di raggiungere l'armonia della conoscenza scientifica e divina dell'universo e la negazione della loro incompatibilità.
  • Elevato apprezzamento delle capacità cognitive umane.
  • Fornire assoluta libertà all'individuo.
  • L'uso della scienza naturale e l'osservazione per la conoscenza del mondo circostante.
  • La negazione dei fenomeni mistici e soprannaturali.
  • Una dichiarazione sull'incapacità di Dio di influenzare eventi e incidenti mondani o la sua totale non partecipazione.

Le somiglianze delle due direzioni

Dalla prima lettura sembra che entrambe le correnti siano molto simili tra loro. Dio è riconosciuto come il creatore del mondo in entrambi, tutto l'essere è la sua creazione. Ogni oggetto, ogni fenomeno può essere spiegato dal punto di vista della volontà divina.

Concetti distintivi

Entrambe le correnti si sono sviluppate in Europa in diverse epoche: il teocentrismo ha preceduto il deismo, servito da base da cui le persone hanno poi respinto in conformità con le esigenze del tempo di formare un nuovo concetto.

Quali sono gli altri tratti distintivi del deismo e del teocentrismo?

  1. Negazione dal deismo di una sconfinata autorità ecclesiastica, mentre nel teocentrismo la Chiesa svolge una funzione preponderante.
  2. Ammissibilità delle conoscenze e scoperte delle scienze naturali nel deismo . Fu perfino chiamato la "religione della ragione", mentre il teocentrismo nella sua conoscenza si basa unicamente su Dio.
  3. Il Deismo non è una religione nel suo senso tradizionale . A differenza del teocentrismo, nega qualsiasi dogma e rivelazione divina.
  4. I rappresentanti del deismo erano persone con un'istruzione superiore, impegnate nello studio di varie scienze, mentre nel teocentrismo tutte le persone avevano necessariamente un'educazione religiosa.
  5. Nel deismo negato qualsiasi evento senza spiegazione logica, mancano. Ciò è giustificato dal fatto che, secondo questo concetto, Dio esiste, ma dota solo tutti i processi naturali con un tipo di logica che è disponibile all'uomo per la conoscenza.
  6. Secondo il deismo, tutta la vita dovrebbe essere diretta all'interpretazione del mondo che lo circonda, che una volta era stato creato e dotato delle leggi fondamentali di Dio, ma più incontrollabile di esso.

A prima vista, il deismo e il teocentrismo possono sembrare simili. Hanno un numero significativo di differenze fondamentali che devono essere capite. Ciò aiuterà a rintracciare le principali modifiche che hanno vissuto diverse visioni del mondo nel corso dello sviluppo storico e in che modo hanno influenzato il funzionamento della società. Ciò rende possibile descrivere ed esplorare anche il mondo moderno.

Raccomandato

Qual è la differenza tra governo statale e municipale?
2019
"Ultop" o "Omez" - la differenza tra mezzi e ciò che è meglio
2019
Qual è la crema diversa "Charlotte" dalla crema "Praga"
2019