In che modo gli organismi differiscono dai corpi di natura inanimata?

Uno dei problemi più importanti per l'uomo è sempre stata la questione della natura. Perché è così importante capire che di fronte allo studente c'è un organismo vivente o un oggetto inanimato? Cerca di immaginare te stesso nel luogo dell'esploratore primitivo. Ti aggiri per il quartiere e vedi qualcosa di molto più grande. Non è così importante scoprire in questo momento cosa sia, come capire se è vivo o no. Se è così, qualcosa di più grande di una persona in termini di dimensioni può essere pericoloso, e devi lasciare questo posto. Se non è vivo, dovresti avvicinarti e cercare di capire come usarlo. Ad esempio, se questa è una montagna, allora puoi trovare una grotta per riparo o alcune piante per il cibo.

Quindi, la domanda di avere una vita è sempre stata la chiave per una persona. Con lo sviluppo della scienza, le persone hanno imparato a individuare i segni degli oggetti, le loro somiglianze e differenze.

Somiglianze di organismi viventi e oggetti non viventi

Oggi non esiste una definizione universale di ciò che conta come vita. Alcuni scienziati spiegano questo concetto come l'esistenza attiva di sistemi complessi. Ma i corpi inanimati possono anche essere disegni intricati con molti elementi.

Organismi viventi

Sia i corpi viventi che gli oggetti inanimati consistono in varie sostanze e in realtà esistono in natura. Inoltre, le stesse leggi di chimica, fisica e meccanica si applicano a entrambe queste categorie. Come somiglianza, si può anche chiamare la proprietà di rispondere alle irritazioni ambientali esterne (la "proprietà di riflessione").

Come si può vedere, gli organismi viventi hanno caratteristiche abbastanza comuni con i non viventi. Per una distinzione più precisa tra questi concetti, è necessario identificare le differenze tra loro. La scienza moderna con l'aiuto di una serie di diversi esperimenti e osservazioni ha stabilito i più importanti segni della materia vivente, distinguendola dall'inanimato.

Natura inanimata

Segni di organismi viventi che li distinguono dalla materia inanimata

  1. La capacità di riprodursi e riprodursi attraverso il meccanismo dell'ereditarietà. Le strutture microscopiche, conosciute come "geni", sono responsabili della trasmissione dei tratti degli individui che partecipano alla riproduzione. A causa di ciò, gli organismi viventi sono in grado di mantenere il loro numero e mantenere le loro proprietà da una generazione all'altra.
  2. La capacità di cambiare, adattandosi alle mutevoli condizioni ambientali. Qui abbiamo in mente due proprietà dei corpi viventi contemporaneamente: la capacità di cambiare le loro proprietà in accordo con le nuove condizioni di vita e il trasferimento di queste nuove proprietà alle generazioni future. Pertanto, gli organismi facilitano non solo la loro esistenza, ma assicurano anche la vitalità delle generazioni successive.
  3. Metabolismo e dipendenza energetica . Tutti gli organismi viventi esistono in una relazione costante con il mondo esterno. Consumano costantemente energia (piante - luce solare, animali - cibo, ecc.), Con la cessazione dell'approvvigionamento energetico, anche la vita della creatura cessa. Inoltre, i prodotti di trattamento dell'energia da parte dell'organismo ritornano nell'ambiente, fornendo uno scambio continuo di sostanze tra i diversi sistemi.
  4. L'unità della composizione e l'autoregolamentazione . Le principali sostanze che compongono gli organismi sono azoto, carbonio, ossigeno e idrogeno. Mantenere la costanza di questa composizione e i processi che si verificano all'interno del corpo è una delle sue funzioni principali.
  5. Movimento e crescita . Queste proprietà sono anche inerenti agli oggetti inanimati, quindi questa non è una differenza fondamentale. Tuttavia, il movimento e lo sviluppo di corpi viventi è seriamente diverso da meccanismi simili nel non vivere. Se gli oggetti di natura inanimata sono in grado di muoversi e crescere solo sotto l'influenza di forze esterne su di loro (vento, movimento delle placche tettoniche, ecc.), Allora gli organismi viventi sono in grado di muoversi da soli con l'aiuto dei propri organi.
  6. La proprietà della riflessione, caratteristica della materia inanimata . Ma se le reazioni dei corpi non viventi dipendono da leggi fisiche, allora la risposta alla stimolazione negli organismi viventi non è la stessa e selettiva. Ad esempio, le piante di miele rispondono in modo diverso alla comparsa di api e insetti nocivi. Mentre un ciottolo sul bordo di una montagna reagisce in modo uguale al movimento delle rocce o alla spinta del becco di un uccello, rotolerà sotto l'influenza della gravità.

Quindi, a causa del fatto che l'antico ricercatore era in grado di comprendere che gli oggetti non viventi e viventi della natura circostante possono essere usati in modi diversi, l'umanità moderna ha l'opportunità di scegliere quei materiali e oggetti che sono più adatti alle sue esigenze. Il principio del confronto, della distinzione e della classificazione delle cose formava la base della conoscenza scientifica e rendeva possibile conoscere meglio il mondo e le sue leggi.

Raccomandato

"Baktistatin" e "Hilak Forte": un confronto e cosa è meglio scegliere
2019
Phenibut e Pantogam - che è meglio scegliere?
2019
Cosa è meglio Enap o Enalapril - confronto e caratteristiche
2019