Agostico e ateo: cosa è comune e qual è la differenza

Ci sono circa 200 tipi di diverse religioni nel mondo. Gli aderenti di ogni fede sono convinti che è la loro visione del mondo e il loro dio che è l'unico vero modo di creare il mondo. Non sorprende che, grazie all'enorme numero di diverse religioni, nei tempi antichi apparivano persone insolenti che dubitavano della verità di una fede o di un'altra, così come dell'esistenza di Dio come creatore del nostro mondo. Tra i non credenti, le posizioni principali sono occupate da agnostici e atei, ma la loro visione del mondo differisce l'una dall'altra, avendo un'unica base.

atei

Un ateo è una persona che non crede nell'esistenza di Dio, così come in poteri soprannaturali, fenomeni paranormali e altri mondi. Gli atei non riconoscono la chiesa, la religione e la fede. Possiamo dire che un ateo crede solo in ciò che puoi toccare con le tue mani. Gli atei sono caratterizzati dalla totale fiducia nell'autosufficienza dell'uomo e della natura. Per loro, non c'è nulla che non possa essere spiegato con logica e buon senso.

Simbolo degli atei

Il buon senso, la coscienza e l'intelligenza giocano un ruolo decisivo per un ateo nella vita. Gli atei sono convinti che i credenti siano ciechi stupidi che seguono il sistema costruito dalla società. Nel corso dell'ultimo secolo, il numero di atei è aumentato significativamente. In alcuni paesi, il numero di miscredenti raggiunge il 50% della popolazione mondiale.

agnostico

Un agnostico è una persona che è convinta che è impossibile provare l'esistenza di Dio, così come è impossibile provare la sua non esistenza. Un agnostico è una persona che pensa liberamente, ma allo stesso tempo una persona è intellettualmente dotata. Un agnostico può essere incline al riconoscimento parziale di una fede o un'altra, ma non riconoscerà mai il singolo tipo di prospettiva che è stato spiegato. Per un agnostico, un cambiamento di prospettiva e adattamento a diversi punti di vista, anche contraddittori, è caratteristico. Il numero di agnostici aumenta di anno in anno. Le persone credono che ci sia un po 'più potente, ma non gli danno un singolo valore.

Simbolo agnostico

Comune tra agnostico e ateo

La prima cosa che è comune e fondamentale per gli agnostici e gli atei è l'assenza di fede in una particolare religione. Per secoli, gli scienziati hanno trovato incongruenze nelle religioni. I credenti chiudono gli occhi su ciò che è in contrasto con il buon senso, facendo affidamento sulla fede nel loro unico dio. Per gli agnostici e gli atei, l'incapacità di servire una qualsiasi delle famose religioni è alla base della loro visione del mondo.

La seconda cosa che lega queste due visioni del mondo è l'impossibilità di provare l'esistenza di Dio e altri fenomeni soprannaturali. Se per un agnostico questo fatto è veritiero quanto l'impossibilità di provare il contrario, allora per un ateo è sufficiente il fatto che sia irremovibile.

La terza caratteristica comune è il rifiuto del pensiero convenzionale e della visione del mondo . Sia un agnostico che ateo sono una persona pensante.

Il fatto inconfutabile che tutte le persone nascono senza fede in Dio. Successivamente, inoculano questa o quella fede, o continuano a non crederci nell'esistenza dell'unico dio. In parole povere, tutte le persone sul pianeta sono nate agnostiche o atee. L'assenza di fede come fenomeno congenito è la quarta caratteristica comune tra un agnostico e un ateo.

La differenza tra un agnostico e un ateo

La prima differenza significativa tra un agnostico e un ateo è che la coscienza di un agnostico è aperta e un ateo è chiuso. Un agnostico può cambiare continuamente il suo punto di vista, aderire all'uno o all'altro fatto, credere in un potere più alto, senza fare affidamento su nessuna delle religioni conosciute. L'ateo, a sua volta, è fermamente convinto che Dio non esiste, proprio come non esiste nulla di più elevato dell'uomo. Un agnostico, da bambino, è aperto a tutto ciò che è nuovo e sconosciuto, un ateo è una persona matura e formata che non ha bisogno di essere regolata, secondo la propria convinzione.

La seconda differenza è la sensibilità emotiva . Gli atei per loro natura sono, di regola, egoisti, agnostici - al contrario, umanisti, a volte altruisti. Tra gli agnostici, è difficile trovare una persona che ripeterà a tutti che la fede cieca è un'assurdità. Gli atei, d'altra parte, reagiscono in modo più aggressivo ai credenti.

È anche impossibile provare l'esistenza dell'anima umana. L'ateo rinuncia alla propria anima, non crede nell'aldilà. L'agnostico è convinto che l'anima umana esiste perché sente la sua presenza in se stessa. La differenza tra l'atteggiamento verso l'anima è la terza differenza tra un agnostico e un ateo.

L'atteggiamento verso le tradizioni è un'altra caratteristica che essenzialmente distingue un agnostico da un ateo. Un ateo si rifiuta di riconoscere le feste religiose tradizionali, poiché impongono una certa fede. Un agnostico se ama, diciamo - il Natale, non rinuncerà mai all'albero di Natale e ai regali. Diversi atteggiamenti nei confronti delle feste tradizionali in chiesa sono la quarta differenza tra un agnostico e un ateo.

conclusione

In conclusione, vorrei dire che finché c'è una società, un sistema e religioni, ci saranno così tante persone che non desiderano aderire alle regole generalmente accettate. La lotta aggressiva con il sistema dà vita a un nuovo sistema, che non è molto diverso da quello contro il quale esiste uno scontro. L'ateismo è un sistema, dal momento che gli atei sono contrari ai credenti. L'agnostico è da qualche parte tra, da qualche parte vicino, ma allo stesso tempo da nessuna parte. In ogni caso, le persone hanno bisogno di ascoltare non solo le loro menti, ma anche i loro cuori, perché quando questi due sono d'accordo, la verità nasce.

Raccomandato

Qual è la differenza tra tessuto epiteliale e tessuto connettivo: descrizione e differenze
2019
Cosa c'è di meglio UAZ Hunter o Patriot: confronto e caratteristiche
2019
Quale tè di Ivan è meglio fermentato o non fermentato?
2019